Social Media Marketing e Psicologia

Social Media Marketing e Psicologia

3 modi per utilizzare la Psicologia nel Social Media Marketing

Lo sappiamo, i social media tendono ad amplificare diversi comportamenti umani, e la psicologia che è alla base della vita online degli utenti è la medesima che ne domina la vita reale. Per i professionisti che si occupano di Social Media Marketing, attività che cerca di stimolare le persone per raggiungere determinate reazioni, sapere cosa le spinge e genera i loro comportamenti è un requisito fondamentale per sviluppare un’efficace strategia sui vari canali social.

1.La familiarità. È una delle basi della psicologia dell’uomo: più conosci e vedi qualcuno, più questo ti risulterà gradito, specialmente se ha qualcosa di stimolante o importante da comunicare. Lo stesso presupposto può valere anche per il Social Media Marketing… bisogna rendere l’azienda o il prodotto più visibile, organizzare una presenza online capillare, sempre grazie a dei contenuti di valore. Il branding si fonda infatti sul principio di familiarità, facendo sì che il marchio venga mostrato molte volte agli utenti, e generando proprio quel sentimento di familiarità che li porterà ad individuarlo (e a comprarlo) quando lo vedranno nei negozi.

2. La reciprocità. Si tratta di dare qualcosa alle persone, ottenendo qualcos’altro in cambio: chi riceve un qualsiasi tipo di vantaggio, in genere sente di dover contraccambiare. Sui social network e sul web questo principio trova conferma nella filosofia che c’è dietro ai concorsi oppure alle “offerte” e ai coupon. Se vuoi che gli utenti mettano un “mi piace” o condividano qualcosa, come un post o un evento, questi saranno più predisposti a farlo se gli darai un beneficio, come la possibilità di prendere parte ad un concorso o ricevere un premio. Allo stesso modo, se offri agli utenti l’accesso a un particolare contenuto, ti sarà più semplice raccoglierne la mail o i dati personali.

3. L’appartenenza. In un gruppo di persone, se vieni coinvolto in una interazione positiva, ciò accresce il tuo sentimento di appartenenza a quella compagnia. Può sembrare una riflessione stupida, ma tante aziende pare non abbiano compreso quanto il “parlare” alle singole persone direttamente aiuti a potenziare la relazione tra il brand e i suoi clienti, effettivi e potenziali. Questo vuol dire che le imprese non devono soltanto rispondere alle domande e ai commenti, ma che devono anche cercare di creare un’interazione personale con gli utenti. Ad esempio, se un’azienda condivide o commenta il post di un fan, per quest’ultimo si tratta di qualcosa di molto gratificante, e per il marchio di un’opportunità per rafforzare il legame con gli utenti e anche per scoprire dei contenuti nuovi.

Segui la pagina Facebook!

 

Cos’è il Social Media Marketing?

 

Negli ultimi anni qualunque tipo di business si è ritrovato a fare i conti con le immense potenzialità del web, per aumentare la propria visibilità, controllare la reputazione e sfruttare al meglio il grande bacino di utenti raggiungibili attraverso un sito web ufficiale o i social network.

La realtà è che oggi praticamente tutti possiedono un profilo su uno dei social media più famosi, che sia su Facebook, Twitter, Youtube o Instagram… il numero di questi spazi “sociali” è in continuo aumento, ed è giusto che non solo i privati, ma anche le aziende, le organizzazioni e i professionisti ne comprendano il potenziale.

Sai cos’è il Social Media Marketing?

 Per Social Media Marketing intendiamo tutte quelle attività condotte sui social media allo scopo di accrescere la consapevolezza del marchio, individuare consumatori potenziali, comunicare il concept della propria attività e costruire significative relazioni con i clienti.

Nell’era di Internet, dei Tablet e degli Smartphone, si sta diffondendo quindi un nuovo modo di fare advertising (promozione e pubblicità online), ed è proprio il Social Media Marketing: utilizzando i social network più adatti al tipo di business che si intende promuovere e al target cui si vuole arrivare, un’azienda ha la possibilità di accrescere notevolmente la propria visibilità (entrando in contatto virtualmente con la potenziale clientela) e di migliorare l’attività imprenditoriale (ascoltando i suggerimenti, i consigli e le eventuali critiche dei clienti). Tale scambio crea un autentico rapporto tra azienda e consumatori che, se gestito bene, può diventare un’opportunità da non perdere!

Questo è il tipo di comunicazione che garantisce il consolidamento del nome e della popolarità di un brand: infatti, prevede che ogni utente aderisca in modo assolutamente spontaneo alla promozione.

L’importanza di creare un piano

Dopo aver attentamente analizzato il business in questione e i punti di forza che si intende promuovere, è fondamentale stabilire un piano strategico, che preveda le azioni da realizzare e i tempi stabiliti entro cui muoversi.

Queste azioni sono molteplici: si parte dalla gestione e dal monitoraggio dei canali attraverso degli strumenti dedicati, passando per il rafforzamento della community, mediante l’attenzione ai contenuti e all’interazione, per il customer care, fino all’analisi dei risultati e la verifica delle strategie messe in campo.

Il Social Media Marketing come strumento indispensabile per imprese di ogni settore e dimensione

Il Social Media Marketing spesso viene inteso in due modi assolutamente diversi, ed entrambi poco reali: da una parte si pensa – erroneamente – che avere una pagina o un profilo sui social voglia dire lasciare che il nipote/cugino di turno gestisca la presenza aziendale online pubblicando ogni tanto qualche fotografia, senza alcun piano o preparazione, d’altra parte non è detto che si debba per forza disporre di mezzi importanti, o di essere una grande azienda, per avvalersi di un social media manager.

È importante che si faccia anche poco, ma con dedizione e metodo, sia che si tratti di una piccola-media impresa, una startup o un business individuale. Un professionista sa orientare le strategie sui social anche in base alle necessità e alle dimensioni dell’azienda.