Viaggi e Social media

 

Perché una struttura turistica dovrebbe approfittare dei social media per attirare viaggiatori?

Fino a pochi anni fa l’unico modo per trovare ispirazione e sognare/programmare la prossima vacanza era sostare davanti le offerte esposte in vetrina dalle agenzie di viaggi, poi entrare e farsi dare un catalogo sul Giappone, le Canarie o magari prenotare un viaggio negli USA! Quelle “vetrine” ora sono accessibili 7 giorni su 7, 24 ore al giorno, e vi si può accedere cliccando su una delle icone presenti sul vostro cellulare e il catalogo magicamente apparirà. Oltre ad una vasta serie di app, i canali per accedere a questo tipo di informazioni sono sempre più numerosi. Il mondo è ormai social e anche i canali marketing, di conseguenza, devono diventare più “sociali”: Facebook, Instagram, Snapchat, Twitter, Google sono ormai le piattaforme più amate dagli advertiser, anche nel settore dei viaggi.

I viaggiatori spendono il 20% del loro tempo sullo smartphone, connettendosi a Facebook o Instagram, ma queste due piattaforme non vengono usate allo stesso modo.

Recenti sondaggi effettuati da Facebook tra il 2015 e il 2016, su un campione di 2400 viaggiatori, hanno dimostrato che il 54% aveva trovato l’idea per il viaggio proprio su Facebook, e il 38% su Instagram. Ecco perché Facebook continua ad essere la piattaforma più usata dagli advertiser. Sa mantenersi sempre in evoluzione e si perfeziona di anno in anno.

Una delle ultime novità del social network più diffuso è la possibilità di creare un’inserzione dinamica.

Ma come funzionano le inserzioni dinamiche?

Facciamo un esempio: a coloro che utilizzano il sito booking.com, dopo aver cercato un hotel a Barcellona in date già stabilite, una volta ritornati su Facebook o su Instagram, il servizio mostrerà sottoforma di carousel ads la disponibilità aggiornata minuto per minuto dell’hotel di Barcellona durante le date scelte, che si sia effettuato l’accesso da mobile o da desktop. Di cosa si ha bisogno per cominciare a creare le inserzioni dinamiche per viaggi? Basta implementare il Pixel e/o l’SDK per mobile, caricare il tuo catalogo viaggi e creare un modello per le inserzioni!

Si tratta di un modo innovativo ed originale per sfruttare le potenzialità dei social media più utilizzati e amati dai viaggiatori.

Ecco un’infografica che ci mostra il nesso sempre più forte tra i social network e i viaggi.

viaggi

 

Social media marketing per le attività turistiche

Quanto è importante oggi fare social media marketing nel settore turistico?

Oggi il turismo e le abitudini dei turisti sono cambiate profondamente: diciamo la verità, ormai si fa la valigia verificando il meteo sul web e si sceglie l’Hotel da prenotare su Google.

Oggi bisogna partire da questo presupposto: ormai i turisti ricercano le informazioni sul web, organizzano e prenotano i viaggi, coinvolgono anche i loro amici e alla fine scrivono recensioni sulla vacanza fatta.

In un mondo come questo, coloro che operano nel settore turistico non possono più trascurare la loro presenza sui social media. Per chi possiede un Hotel, un B&B, un’agenzia di viaggi o anche solo un locale sulla spiaggia e non ha ancora fatto il suo ingresso sui social… è giunto decisamente il momento!

In questi ultimi 6 anni la ricerca su Google “hotel + città” è precipitata del 70% poiché gli utenti oggi preferiscono cercare hotel o B&B su siti come TripAdvisor, Expedia, Booking.com, Kayak, blog del settore e naturalmente anche sui Social Media.

Possiamo dire con certezza che ormai non essere presente sui social media costa di più che esserci! Però bisogna aggiungere che iscriversi su di una piattaforma, creare una pagina e pubblicare una tantum qualche post a caso non è il modo giusto di essere presenti sul web…

Come sfruttare il social media marketing turistico

Il social media marketing turistico deve essere utilizzato per comunicare in maniera “ammaliante” e chiara le offerte stagionali, le caratteristiche della vacanza offerta, gli eventuali sconti (coupon, offerte speciali) magari riservati a coloro che prenotano dai social media o dal sito. Idee di questo tipo sono molto valide, come anche pianificare dei concorsi: ad esempio sui social network si possono organizzare dei contest fotografici e si decide che le 3 foto  (o selfie) più votate vincono uno sconto per un soggiorno o un volo!

Contenuti (User Generated Content) riguardanti il turismo vengono pubblicati e condivisi ogni giorno, tra milioni di utenti in tutto il globo, sui principali social network, specialmente su Facebook e Instagram, e questi contenuti influenzano le decisioni degli utenti sia sulla meta da scegliere, che sugli hotel o i voli.

Far parte di queste attività è lo scopo di una strategia di social media marketing che cerca di:

  • ampliare il traffico al sito e il numero di visitatori della struttura
  • tenere sotto controllo la propria reputazione sul web
  • intercettare in tempo le critiche
  • valutare e monitorare il sentiment
  • perfezionare i servizi e le offerte
  • usare i social per le prenotazioni dirette o anche per il customer service

Per far sì che l’attività di social media marketing in questo settore sia davvero efficace e coinvolgente è necessario dare vita ad una strategia di social media marketing pensata ad hoc, fondata sui punti di forza e sulle caratteristiche principali della struttura o attività da promuovere.