Perché e come creare una pagina aziendale su Linkedin

Linkedin: 6 consigli utili per aziende e professionisti

Avere una pagina LinkedIn aziendale è senz’altro utile per diverse ragioni. Ti consente di comunicare a clienti, dipendenti e collaboratori la mission e le novità della tua azienda, pubblicizzare nuovi servizi e/o prodotti, ampliare la tua rete di contatti, reclutare personale tramite l’opzione “Offerte di Lavoro” ed in sostanza curare la propria brand awareness. Una pagina aziendale Linkedin serve per dare vita ad un’immagine professionale per la tua azienda, soprattutto se la aggiorni con contenuti interessanti.

Come creare una pagina aziendale Linkedin?

Prima di tutto, i requisiti per poter aprire una pagina aziendale sono i seguenti:

  • bisogna avere un profilo personale
  • il profilo deve essere stato creato almeno sette giorni prima
  • l’efficacia del tuo profilo deve essere valutata da Linkedin almeno intermedia o massima.
  • il profilo deve avere già vari collegamenti
  • la persona che apre la pagina deve affermare di essere un attuale dipendente dell’azienda
  • si deve disporre di un indirizzo email aziendale (come ad esempio. account@miaazienda.it) unico e già confermato sul proprio account LinkedIn.

Ecco come procedere per la creazione della pagina:

  • Cliccare su “Aziende” nella parte superiore dell’home page.
  • Cliccare sul link “Aggiungi un’azienda” nell’area in alto a destra della pagina.
  • Inserire il nome della tua azienda e la tua email di lavoro.
  • Cliccare su “Continua” e inserire le informazioni relative alla tua azienda.
  • Un messaggio sarà inviato all’indirizzo email fornito da te. Seguire le istruzioni all’interno del messaggio per confermare l’indirizzo email e utilizzare le istruzioni per poi aggiungere la pagina aziendale.

La pagina LinkedIn deve essere considerata un vero e proprio supplemento al tuo sito: si tratta infatti di un importante strumento per generare traffico verso il sito web aziendale. Essendo poi un social network, LinkedIn consente di creare connessioni che portano a lavoro, pubblicità e diversi altri vantaggi di business.

Come sfruttare Linkedin al meglio e aumentare i collegamenti? Ecco 6 consigli:

1 – La pagina deve avere una sua personalità, deve essere ben riconoscibile dal punto di vista grafico attraverso l’utilizzo di logo e banner. Deve anche includere i link al sito web ufficiale, al blog e agli altri canali social.

2 – È bene che i tuoi collaboratori si connettano alla pagina aziendale: dipendenti e colleghi hanno una loro personale rete di contatti che consentirà di ampliare la portata dei tuoi collegamenti e contenuti.

3 – Pubblica regolarmente dei contenuti di valore, riguardo ciò cui stai lavorando. Sfrutta il blog aziendale e inserisci aggiornamenti d’interesse per il target di clienti a cui il tuo business si rivolge. Interagire, poi, con i follower è molto importante.

4 – Puoi anche usufruire del servizio di advertising a pagamento. Si possono creare degli annunci di testo per pubblicizzare prodotti e/o servizi a un pubblico targettizzato. Grazie ai contenuti sponsorizzati si ha la possibilità di accrescere le visualizzazioni dei propri contenuti.

5 – Se lo ritieni utile, usa le Pagine Vetrina. Si tratta di estensioni delle pagine aziendali utilizzate per la promozione di un servizio in particolare o una iniziativa specifica. Se ne possono inserire fino a 10, attivando su queste delle campagne a pagamento.

6 – Segui le aziende con cui collabori e/o i tuoi fornitori.

Infine, uno dei modi migliori per aumentare la visibilità della tua pagina Linkedin è di partecipare attivamente ai gruppi, da selezionare accuratamente perché siano coerenti con il tuo business. L’attività all’interno dei gruppi consente di entrare in contatto con tanti professionisti del tuo settore ed altre aziende, e ti permette anche di rafforzare la tua reputazione online. È fondamentale interagire e partecipare a discussioni con gli altri utenti, condividendo la propria esperienza: è sicuramente un ottimo metodo per generare visite verso la tua pagina aziendale.

 

LinkedIn Trending Storylines

Scopriamo insieme LinkedIn Trending Storylines

Novità LinkedIn: le Trending Storylines

A fine marzo LinkedIn, il social network che si occupa, tra le altre cose, di far incontrare domande e offerte di lavoro, ha lanciato una novità all’interno della piattaforma, sia da mobile che da desktop: Trending Storylines.

Da “spazio” dedicato all’aggiornamento professionale e al networking, diventerà anche luogo di news e di condivisione di contenuti relativi al proprio settore. Linkedin quindi si sta aprendo ad un universo sempre più social e si sta convertendo alla regola dello share: in anteprima, al momento soltanto nei paesi anglosassoni, è stato lanciato dicevamo Trending Storylines, una piattaforma ideata per condividere contenuti personalizzati, relativi alle proprie skill e ai propri interessi, una specie di contenitore per notizie interessanti per gli utenti.

Come funziona questa nuova piattaforma?

È facile. Un particolare algoritmo selezionerà le news potenzialmente intriganti per un determinato utente e gliele proporrà, avvalendosi sapientemente di una serie di elementi utili. Sfrutterà la geo-localizzazione dell’utente specifico, le abitudini di navigazione, l’elenco dei contatti e le sue più frequenti interazioni con utenti e contenuti.

Lo scopo principale di Linkedin Trending Storylines è quello di presentare a tutti i suoi utenti le notizie principali del giorno, al fine di rendere più semplice e istruttiva la ricerca di un lavoro.

Cosa consentirà di fare Linkedin Trending Storylines?

  • restare aggiornati sulle principali notizie con l’opportunità di selezionare le tipologie d’interesse;
  • potersi focalizzare su approfondimenti relativi alle news che coinvolgono maggiormente;
  • la notizia, raccontata in modo oggettivo e da diverse prospettive, lascia spazio a ogni tipo di personale interpretazione;
  • è possibile l’utilizzo degli hashtag, così da poter interagire in tempo reale e rintracciare più rapidamente la discussione per esprimere il proprio pensiero.

Gli hashtag in Linkedin, infatti, avranno esattamente lo stesso scopo degli altri social, serviranno a collegare tra di loro i post su di un medesimo un topic (argomento), affinché li si possa trovare facilmente.

 

Linkedin: 5 suggerimenti per valorizzarti

A giugno di quest’anno LinkedIn è stato acquisito dalla Microsoft per più di 26 miliardi di dollari, e ad oggi può contare 450 milioni di privati e 4 milioni di imprese iscritte. È senz’altro uno strumento molto valido per creare una rete di rapporti, di relazioni e imbastire degli scambi professionali. Linkedin è una social perfetto per definire il proprio personal branding e, per quel che concerne le aziende, per rinforzare la brand awareness.

Avendo approfondito a lungo le potenzialità di questa piattaforma, ho voluto raccogliere 5 suggerimenti pratici per sfruttare Linkedin al massimo e trarne benefici per il proprio business. Naturalmente è fondamentale dare vita ad una community interessata al tuo settore e fare in modo che sia attiva, intuendo i bisogni del tuo target e offrendo loro idee e soluzioni.

Una cosa importante da fare su LinkedIn, attraverso la pagina aziendale o il profilo personale, è pubblicare contenuti in tempi ben definiti. LinkedIn deve entrare in pieno nei tuoi piani editoriali, bisogna pianificare aggiornamenti costanti.

1.Il Contenuto: pubblica post interessanti

Per prima cosa bisogna scegliere bene il contenuto.  E qual è il miglior modo? Aggiungi sempre un’immagine ad alta risoluzione: è stato dimostrato che una bella immagine di qualità aumenta di molto i click sul post. Usa poi una call to action adatta ad attrarre gli utenti e che li spinga a cliccare sul tuo link (tipo “risparmia tempo e soldi” oppure “scarica con un click”).

L’argomento del post? Senza dubbio devi parlare della tua attività… ma non solo! Pubblica post di interesse per il tuo settore, o su eventi concernenti il tuo business.

2.Favorisci la condivisione dei tuoi contenuti da parte di dipendenti/collaboratori o clienti

I dipendenti e i clienti dovrebbero sempre essere i primi portavoce del tuo brand o della tua attività. I dipendenti, in particolare, ne sono anche i rappresentanti, invogliali quindi a condividere i contenuti della tua pagina aziendale sui loro profili.

3. Usa LinkedIn Pulse

Cos’è? Pulse è il personal blog che LinkedIn mette a disposizione.

Propone agli utenti una visione approfondita dei temi al centro della tua attività. Pulse ti permette di arrivare ad un gran numero di persone, raccogliendo molte interazioni in poco tempo. In questo caso, trattandosi di una piattaforma interna al social in questione, senza link che rimandano all’esterno (siti o blog di tua proprietà), ed essendo quindi contenuti nativi di Linkedin, il social stesso sceglie di diffonderli maggiormente.

Gli articoli che ottengono migliori risultati sono quelli che contengono titoli esplicativi, testi non troppo lunghi e immagini ad alta risoluzione.

linkedin-pulse

4. Sii costante

Mantieni sempre costanza nelle pubblicazioni. È indispensabile per la tua strategia di social media marketing. I contenuti pubblicati dovrebbero in teoria essere almeno 1 al giorno, al massimo puoi alternare, un giorno sì e uno no. Preferisci sempre un taglio professionale, sia se pubblichi video, report, che immagini e articoli.

5. Consulta LinkedIn Analytics

Monitorare i dati degli insight è fondamentale. Sono tre i parametri che devi analizzare e tenere sotto controllo: impression (quante persone hanno visto il tuo contenuto), engagement (le interazioni con il post) e i click. Il tuo obiettivi devono essere: accrescere l’engagement (costruendo un sentimento di fiducia negli utenti) e aumentare i click al sito web.

Avete altri consigli? Scriveteli qui sotto!