Perché e come creare una pagina aziendale su Linkedin

Linkedin: 6 consigli utili per aziende e professionisti

Avere una pagina LinkedIn aziendale è senz’altro utile per diverse ragioni. Ti consente di comunicare a clienti, dipendenti e collaboratori la mission e le novità della tua azienda, pubblicizzare nuovi servizi e/o prodotti, ampliare la tua rete di contatti, reclutare personale tramite l’opzione “Offerte di Lavoro” ed in sostanza curare la propria brand awareness. Una pagina aziendale Linkedin serve per dare vita ad un’immagine professionale per la tua azienda, soprattutto se la aggiorni con contenuti interessanti.

Come creare una pagina aziendale Linkedin?

Prima di tutto, i requisiti per poter aprire una pagina aziendale sono i seguenti:

  • bisogna avere un profilo personale
  • il profilo deve essere stato creato almeno sette giorni prima
  • l’efficacia del tuo profilo deve essere valutata da Linkedin almeno intermedia o massima.
  • il profilo deve avere già vari collegamenti
  • la persona che apre la pagina deve affermare di essere un attuale dipendente dell’azienda
  • si deve disporre di un indirizzo email aziendale (come ad esempio. account@miaazienda.it) unico e già confermato sul proprio account LinkedIn.

Ecco come procedere per la creazione della pagina:

  • Cliccare su “Aziende” nella parte superiore dell’home page.
  • Cliccare sul link “Aggiungi un’azienda” nell’area in alto a destra della pagina.
  • Inserire il nome della tua azienda e la tua email di lavoro.
  • Cliccare su “Continua” e inserire le informazioni relative alla tua azienda.
  • Un messaggio sarà inviato all’indirizzo email fornito da te. Seguire le istruzioni all’interno del messaggio per confermare l’indirizzo email e utilizzare le istruzioni per poi aggiungere la pagina aziendale.

La pagina LinkedIn deve essere considerata un vero e proprio supplemento al tuo sito: si tratta infatti di un importante strumento per generare traffico verso il sito web aziendale. Essendo poi un social network, LinkedIn consente di creare connessioni che portano a lavoro, pubblicità e diversi altri vantaggi di business.

Come sfruttare Linkedin al meglio e aumentare i collegamenti? Ecco 6 consigli:

1 – La pagina deve avere una sua personalità, deve essere ben riconoscibile dal punto di vista grafico attraverso l’utilizzo di logo e banner. Deve anche includere i link al sito web ufficiale, al blog e agli altri canali social.

2 – È bene che i tuoi collaboratori si connettano alla pagina aziendale: dipendenti e colleghi hanno una loro personale rete di contatti che consentirà di ampliare la portata dei tuoi collegamenti e contenuti.

3 – Pubblica regolarmente dei contenuti di valore, riguardo ciò cui stai lavorando. Sfrutta il blog aziendale e inserisci aggiornamenti d’interesse per il target di clienti a cui il tuo business si rivolge. Interagire, poi, con i follower è molto importante.

4 – Puoi anche usufruire del servizio di advertising a pagamento. Si possono creare degli annunci di testo per pubblicizzare prodotti e/o servizi a un pubblico targettizzato. Grazie ai contenuti sponsorizzati si ha la possibilità di accrescere le visualizzazioni dei propri contenuti.

5 – Se lo ritieni utile, usa le Pagine Vetrina. Si tratta di estensioni delle pagine aziendali utilizzate per la promozione di un servizio in particolare o una iniziativa specifica. Se ne possono inserire fino a 10, attivando su queste delle campagne a pagamento.

6 – Segui le aziende con cui collabori e/o i tuoi fornitori.

Infine, uno dei modi migliori per aumentare la visibilità della tua pagina Linkedin è di partecipare attivamente ai gruppi, da selezionare accuratamente perché siano coerenti con il tuo business. L’attività all’interno dei gruppi consente di entrare in contatto con tanti professionisti del tuo settore ed altre aziende, e ti permette anche di rafforzare la tua reputazione online. È fondamentale interagire e partecipare a discussioni con gli altri utenti, condividendo la propria esperienza: è sicuramente un ottimo metodo per generare visite verso la tua pagina aziendale.

 

Twitter può far crescere il tuo business?

Twitter in un’attività di Social Media Marketing

Come iniziare ad utilizzare Twitter?

Questo blog ha lo scopo di approfondire di volta in volta vari aspetti del Social Media Marketing, analizzando ogni piattaforma secondo le sue funzioni, le sue regole e i migliori metodi di utilizzo. Oggi soffermiamoci su Twitter. Apparentemente più di nicchia rispetto a Facebook, ma comunque molto amato dagli utenti che lo frequentano quotidianamente. Si può forse definire ancora sconosciuto per le aziende nostrane, specialmente di piccole e medie dimensioni.

Twitter raccoglie più di 288 milioni di utenti al mese, e di questi 4,7 milioni sono registrati in Italia. Twitter offre ai suoi utenti non solo informazioni in tempo reale, ma anche la possibilità di interagire e “condividere” un evento, una notizia, o commentare con gli altri utenti un fatto o anche un programma televisivo! Consente di condividere contenuti in maniera istantanea ed entrare in contatto con le altre persone e le aziende in tutto il mondo.

Grazie a Twitter le aziende hanno la grande occasione di raggiungere potenziali clienti che sono interessati a quello che possono offrire. Gli obiettivi di marketing e le modalità di utilizzo possono essere di diverso tipo. Naturalmente ogni attività di marketing prevede prima la stesura di un piano di comunicazione adatto alle esigenze dell’azienda in questione, non sempre tutti i social network sono utili per determinati settori o prodotti. I punti di seguito riguardano strategie in cui Twitter è previsto e consigliato!

 

Grazie a Twitter puoi svolgere le seguenti 5 attività:

Fare Personal Branding. Puoi presentarti in prima persona, come libero professionista o in quanto membro dell’azienda, per promuovere la tua professionalità e le tue competenze.

Diffondere contenuti dal Blog aziendale. In questo modo puoi far conoscere la tua azienda ad un pubblico più ampio. Ti sarà possibile accrescere le visite al sito e le occasioni di acquisire dei contatti qualificati.

Promuovere e gestire gli eventi. Twitter è il social perfetto per condividere e pubblicizzare in real time delle attività relative ad un evento o una manifestazione. Consente ad un’azienda di richiamare un pubblico più ampio e interagire istantaneamente con esso.

Customer Services. Il 73% delle imprese ha capito che può usare Twitter per rispondere in maniera semplice e veloce alle domande degli utenti. Ciò ti permetterà di instaurare relazioni solide con i clienti e creare un’ottima brand reputation.

Promuovere un particolare prodotto (o progetto). Tramite la creazione di uno specifico account Twitter o di un apposito hashtag dedicato, potrai far ottenere una maggiore visibilità a singoli prodotti/servizi o attività offerte dall’azienda.

 

Cosa devi fare per iniziare?

  • Creare un profilo aziendale in modo efficace

L’account Twitter della tua azienda otterrà più visibilità e potrà presentarti efficacemente sul web. È importante quindi renderlo perfetto e curarlo nei minimi dettagli. L’immagine del profilo (preferibilmente il logo), la piccola biografia di presentazione e i Tweet pubblicati devono raccontare la tua identità aziendale, le competenze e i punti di forza.

  • Cercare, osservare e analizzare il target di riferimento

Attraverso le ricerche tramite Hashtag, avrai l’occasione di monitorare il comportamento dei competitor principali della tua azienda. Valutare le loro attività e trovare un’audience già qualificata, interessata al settore in cui lavori. Puoi ascoltare le conversazioni maggiormente rilevanti sui topic che ti riguardano, partecipando e cercando di rintracciare degli utenti attivi e potenziali clienti.

Per ulteriori consigli su come gestire un profilo Twitter vai a questo articolo!

 

Segui la pagina Facebook!

Web Marketing? I 5 libri da non perdere!

 

Lo abbiamo già detto e comprovato, senza una strategia di web marketing è praticamente inutile essere presenti online. La vostra visibilità e reputazione dipendono proprio da queste strategie, e ci sono molti libri che possono aiutarvi a comprendere meglio di cosa parliamo!

Insomma, se volete dare vita a delle campagne di marketing sul web vantaggiose per la vostra attività, dovete prepararvi un pò, studiando prima le basi e poi le strategie migliori consigliate da professionisti che negli ultimi anni sono divenuti dei veri e propri guru. 

Ma come muovere i primi passi? Come fare ad avere una visione precisa ed approfondita dell’argomento? In questi anni sono stati scritti tantissimi libri sul web, content marketing, inbound marketing, SEO, Google AdWords, Facebook/Twitter/Instagram Advertising, che si rischia davvero di leggere testi un po’ a casaccio, scegliendo spesso un titolo non adeguato alle nostre esigenze…

Anno nuovo, letture nuove: in questo articolo ho voluto elencare i 5 libri che meglio vi introdurranno nel meraviglioso mondo del web marketing!

Ecco i 5 libri sul web marketing che vi consiglio:

Web marketing per le PMI. Seo, email, app, Google, Facebook & Co. per fare business

di Miriam Bertoli e L. Conti

web marketing

Questo libro vi guiderà step by step nella definizione di un piano di web marketing, presentandovi tutti gli strumenti in modo da conseguire dei buoni risultati. Inoltre descrive in modo chiaro i molti termini tecnici e le novità del web. È stato scritto pensando agli imprenditori, ai responsabili commerciali, a professionisti e studenti interessati a questo settore.

 

 

 

 

 

 

Web marketing for dummies

di Luca Conti

web marketing

Se credi che il web marketing sia un argomento comprensibile solo a una ristretta nicchia di persone, beh, ti sbagli! Questo testo è in grado di introdurre chiunque alle incredibili opportunità del marketing online. Parte dai concetti basilari, e mostra i metodi e gli strumenti necessari per raggiungere il tuo obiettivo attraverso semplici strategie, alla portata di tutti.

 

 

 

 

 

 

Social media marketing. Strategie e tecniche per aziende B2B e B2C

di Guido Di Fraia

social media marketing

 

Questo libro è un vero e proprio strumento pratico, ma riesce anche ad approfondire a la parte teorica. È pieno di suggerimenti e istruzioni operative.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SEO Power: Strategie e strumenti per essere visibili sui motori di ricerca (Web & marketing 2.0)

di Giorgio Taverniti

seo

Si tratta della seconda edizione di SEO Power. Non è solo un aggiornamento, ma affronta più nel dettaglio certi aspetti e illustra nuovi topic che rendono questa edizione ancora più completa. Oltre a trattare nuovamente i capitoli su indicizzazione, ottimizzazione e penalizzazioni, il libro tocca tutti i  più recenti argomenti in materia, come ad esempio le strategie per ottenere link, l’analisi di Penguin e Panda e la social search di Google.

 

 

 

 

 

Web marketing facile per tutti. Trasformare l’idea nel cassetto in un progetto web di successo

di Andrea Maggiolo

Web marketing

Si rivolge a coloro che vogliono dare vita ad un progetto, ma risulta essere un aiuto efficace anche per le aziende che non si avvalgono ancora di strutture dedicate al web marketing.