Youtube verso Backstage: un vero social network

 

Google, dopo l’indiscusso flop del suo social, pare stia progettando un nuovo piano per fare il suo “secondo” ingresso nei social network grazie a Youtube (cui ho già dedicato un articolo relativo alle migliori strategie di marketing).

Sta per nascere Backstage

Lo stesso VentureBeat assicura che entro la fine dell’anno Google inserirà una nuova funzione all’interno di Youtube, nominata Backstage, che permetterà agli utenti di pubblicare sui loro canali foto, link, post, video e sondaggi. Naturalmente all’inizio queste novità saranno rese accessibili solo ad un limitato gruppo di utenti, fra i più popolari.

Il piano di Google è di avvicinarsi considerevolmente al sistema di Facebook, ma non del tutto. Mentre Facebook ha aggiunto di recente dei cambiamenti relativi alla condivisione di video, Google intende migliorare l’interazione fra i suoi utenti, prendendo spunto da alcune peculiarità del social di Zuckerberg.

Le novità

Il canale personale che conosciamo oggi si trasformerà in un profilo che mostrerà in primo piano le condivisioni più recenti, un po’ come accade sulle home di social ormai affermati come Twitter e Facebook. Quindi anche su Backstage potremo vedere i contenuti degli utenti con cui siamo collegati secondo un ordine temporale; sarà inoltre realizzato un migliore sistema di notifiche col quale saranno annunciati gli aggiornamenti dei profili che seguiamo.

Il cosiddetto “dietro le quinte” consentirà agli Youtuber di avere un rapporto più stretto coi loro seguaci. Questi, infatti, avranno finalmente la possibilità di pubblicare foto e video, o rispondere a dei sondaggi, insomma interagire più largamente, sia per browser, che via app. Soltanto gli utenti iscritti al canale potranno, infine, avere accesso a contenuti esclusivi.

Anche se lo scopo è fare in modo che gli utenti rimangano sempre più a lungo sulla piattaforma Youtube, Google intende comunque continuare ad autorizzare la condivisione di video anche sugli altri social. Il servizio non sarà stravolto, ma Backstage consentirà di sviluppare un canale di comunicazione privilegiato, e non più unidirezionale, tra YouTuber e seguaci, grazie a specifiche funzionalità, tipiche dei maggiori social network.

Immagini sui social… quali dimensioni?

 

Quanto sono importanti le immagini sul web in generale e sui social media in particolare? Moltissimo!

Non possiamo aprire una pagina aziendale su Twitter o Youtube o Facebook e caricare ad esempio un’immagine profilo sgranata o una copertina tagliata male! I social sono come un biglietto da visita della nostra attività, vanno presi sul serio e non bisogna mai mostrare sciatteria, cattivo gusto o incompetenza. L’immagine che trasmettiamo di noi deve essere bella e chiara.

Le Dimensioni

Ecco allora una rapida guida (con infografica) che riassuma le dimensioni delle varie immagini da inserire sui principali Social Network, aggiornata alla primavera del 2016.  

 

Twitter

Twitter Header size: 1500×500

Twitter Profile size: 400×400

Tweeted Image size: 1024×1024

 

Facebook

Facebook Cover: 851×315

Facebook Profile: 180×180

Facebook App / Tab thumbnail size: 111×74

Facebook Link preview size: min. 600×315

Facebook Photo post size: min. 504×504

Facebook Group Cover: 801×250

Facebook Event Cover: 784×295

 

Google+

Google+ Cover: 1080×608

Google+ Profile: 250×250

 

LinkedIn  

LinkedIn profile “background”: 1500×500

Linked in profile picture: 500×500

LinkedIn Cover: 646×220

LinkedIn status update o blog post image size: 698×400

LinkedIn logo size: 400×400

 

Instagram  

Instagram Profile: 110×110 min

Instagram: min. 1080 di base 

 

Pinterest  

Pinterest Profile: 165×165

Maximum pin width when clicked: 736  

 

YouTube  

YouTube Channel Art size: 2560×1440

Video thumbnail: 1280×720

Channel icon: 800×800

 

Tumblr  

Tumblr header size: varia con il template usato.

Tumblr profile: min. 128×128 jpg, gif, png, o bmp file.

Tumblr image post: max 1280×1920, ridotta nel feed a 500×750. 

 

social media immagini

 

Quali strategie adottare su Youtube?

 

Fare marketing su Youtube può sembrare cosa facile, ma non lo è. Non è sufficiente pubblicare un video interessante o divertente per fare YouTube Marketing e far crescere le proprie visualizzazioni: anzi, il video postato deve essere il risultato di una precisa strategia e deve perseguire un obiettivo prestabilito in partenza. Solo così si potranno raggiungere dei risultati.

Youtube Marketing Strategies

Come al solito, quando si stabilisce la propria presenza su un canale social, e si è deciso un obiettivo, si inizia sempre così: definendo un piano!

In questo caso bisognerà Elaborare, Realizzare e Misurare.

La prima strategia di Youtube Marketing che voglio suggerirti si scandisce in 3 momenti:

Elaborazione: come per un blog, anche i video devono essere creati per uno specifico target, che vuole essere aggiornato su ciò che lo interessa grazie al tuo contenuto. Il video è, in realtà, un mezzo che porta a qualche altra cosa, è uno strumento. La prima domanda da farti è: “cosa ho intenzione di raggiungere con la mia campagna di video marketing? Il video che pubblico favorisce il mio fine?”

Realizzazione: la fase di creazione del video è molto importante, bisogna tenere ben presente le caratteristiche specifiche del mezzo che utilizziamo. Lo scopo di questa strategia è quello di provocare rapidamente una reazione emotiva da parte del pubblico. Un video deve risultare interessante nei primi cinque secondi, in caso contrario perderà di efficacia e l’utente smetterà di guardarlo.

Misurazione: è chiaro che la misurazione cambia a seconda dell’obiettivo. In linea teorica possiamo affermare che le sole “visualizzazioni” di un video sono un metro relativamente debole. La cosa fondamentale è valutare l’engagement, ossia la “reazione emotiva” dell’audience. Da questo punto di vista si può notare come i minuti di visione del video e le interazioni siano elementi molto più decisivi nel valutare il coinvolgimento ottenuto.

Altri consigli utili:

  • Realizza video in HD;
  • Le Recensioni: tutti i video sono più esposti nei primi due giorni dal caricamento. È una più ampia visibilità che YouTube accorda ai video prima che se ne determini il reale posizionamento;
  • Inserisci i Sottotitoli;
  • Includi i video in Preferiti e Playlist: questa azione ne aumenta la visibilità sia perché viene intesa come un voto favorevole al video in questione, ma anche perché le playlist sono posizionate anche nei risultati di ricerca, di YouTube e di conseguenza anche di Google;
  • Diversifica i contenuti (recensioni, tutorial, approfondimenti, dimostrazioni…).