LinkedIn Trending Storylines

Scopriamo insieme LinkedIn Trending Storylines

Novità LinkedIn: le Trending Storylines

A fine marzo LinkedIn, il social network che si occupa, tra le altre cose, di far incontrare domande e offerte di lavoro, ha lanciato una novità all’interno della piattaforma, sia da mobile che da desktop: Trending Storylines.

Da “spazio” dedicato all’aggiornamento professionale e al networking, diventerà anche luogo di news e di condivisione di contenuti relativi al proprio settore. Linkedin quindi si sta aprendo ad un universo sempre più social e si sta convertendo alla regola dello share: in anteprima, al momento soltanto nei paesi anglosassoni, è stato lanciato dicevamo Trending Storylines, una piattaforma ideata per condividere contenuti personalizzati, relativi alle proprie skill e ai propri interessi, una specie di contenitore per notizie interessanti per gli utenti.

Come funziona questa nuova piattaforma?

È facile. Un particolare algoritmo selezionerà le news potenzialmente intriganti per un determinato utente e gliele proporrà, avvalendosi sapientemente di una serie di elementi utili. Sfrutterà la geo-localizzazione dell’utente specifico, le abitudini di navigazione, l’elenco dei contatti e le sue più frequenti interazioni con utenti e contenuti.

Lo scopo principale di Linkedin Trending Storylines è quello di presentare a tutti i suoi utenti le notizie principali del giorno, al fine di rendere più semplice e istruttiva la ricerca di un lavoro.

Cosa consentirà di fare Linkedin Trending Storylines?

  • restare aggiornati sulle principali notizie con l’opportunità di selezionare le tipologie d’interesse;
  • potersi focalizzare su approfondimenti relativi alle news che coinvolgono maggiormente;
  • la notizia, raccontata in modo oggettivo e da diverse prospettive, lascia spazio a ogni tipo di personale interpretazione;
  • è possibile l’utilizzo degli hashtag, così da poter interagire in tempo reale e rintracciare più rapidamente la discussione per esprimere il proprio pensiero.

Gli hashtag in Linkedin, infatti, avranno esattamente lo stesso scopo degli altri social, serviranno a collegare tra di loro i post su di un medesimo un topic (argomento), affinché li si possa trovare facilmente.

 

Immagini sui social… quali dimensioni?

 

Quanto sono importanti le immagini sul web in generale e sui social media in particolare? Moltissimo!

Non possiamo aprire una pagina aziendale su Twitter o Youtube o Facebook e caricare ad esempio un’immagine profilo sgranata o una copertina tagliata male! I social sono come un biglietto da visita della nostra attività, vanno presi sul serio e non bisogna mai mostrare sciatteria, cattivo gusto o incompetenza. L’immagine che trasmettiamo di noi deve essere bella e chiara.

Le Dimensioni

Ecco allora una rapida guida (con infografica) che riassuma le dimensioni delle varie immagini da inserire sui principali Social Network, aggiornata alla primavera del 2016.  

 

Twitter

Twitter Header size: 1500×500

Twitter Profile size: 400×400

Tweeted Image size: 1024×1024

 

Facebook

Facebook Cover: 851×315

Facebook Profile: 180×180

Facebook App / Tab thumbnail size: 111×74

Facebook Link preview size: min. 600×315

Facebook Photo post size: min. 504×504

Facebook Group Cover: 801×250

Facebook Event Cover: 784×295

 

Google+

Google+ Cover: 1080×608

Google+ Profile: 250×250

 

LinkedIn  

LinkedIn profile “background”: 1500×500

Linked in profile picture: 500×500

LinkedIn Cover: 646×220

LinkedIn status update o blog post image size: 698×400

LinkedIn logo size: 400×400

 

Instagram  

Instagram Profile: 110×110 min

Instagram: min. 1080 di base 

 

Pinterest  

Pinterest Profile: 165×165

Maximum pin width when clicked: 736  

 

YouTube  

YouTube Channel Art size: 2560×1440

Video thumbnail: 1280×720

Channel icon: 800×800

 

Tumblr  

Tumblr header size: varia con il template usato.

Tumblr profile: min. 128×128 jpg, gif, png, o bmp file.

Tumblr image post: max 1280×1920, ridotta nel feed a 500×750. 

 

social media immagini

 

Linkedin: 5 suggerimenti per valorizzarti

A giugno di quest’anno LinkedIn è stato acquisito dalla Microsoft per più di 26 miliardi di dollari, e ad oggi può contare 450 milioni di privati e 4 milioni di imprese iscritte. È senz’altro uno strumento molto valido per creare una rete di rapporti, di relazioni e imbastire degli scambi professionali. Linkedin è una social perfetto per definire il proprio personal branding e, per quel che concerne le aziende, per rinforzare la brand awareness.

Avendo approfondito a lungo le potenzialità di questa piattaforma, ho voluto raccogliere 5 suggerimenti pratici per sfruttare Linkedin al massimo e trarne benefici per il proprio business. Naturalmente è fondamentale dare vita ad una community interessata al tuo settore e fare in modo che sia attiva, intuendo i bisogni del tuo target e offrendo loro idee e soluzioni.

Una cosa importante da fare su LinkedIn, attraverso la pagina aziendale o il profilo personale, è pubblicare contenuti in tempi ben definiti. LinkedIn deve entrare in pieno nei tuoi piani editoriali, bisogna pianificare aggiornamenti costanti.

1.Il Contenuto: pubblica post interessanti

Per prima cosa bisogna scegliere bene il contenuto.  E qual è il miglior modo? Aggiungi sempre un’immagine ad alta risoluzione: è stato dimostrato che una bella immagine di qualità aumenta di molto i click sul post. Usa poi una call to action adatta ad attrarre gli utenti e che li spinga a cliccare sul tuo link (tipo “risparmia tempo e soldi” oppure “scarica con un click”).

L’argomento del post? Senza dubbio devi parlare della tua attività… ma non solo! Pubblica post di interesse per il tuo settore, o su eventi concernenti il tuo business.

2.Favorisci la condivisione dei tuoi contenuti da parte di dipendenti/collaboratori o clienti

I dipendenti e i clienti dovrebbero sempre essere i primi portavoce del tuo brand o della tua attività. I dipendenti, in particolare, ne sono anche i rappresentanti, invogliali quindi a condividere i contenuti della tua pagina aziendale sui loro profili.

3. Usa LinkedIn Pulse

Cos’è? Pulse è il personal blog che LinkedIn mette a disposizione.

Propone agli utenti una visione approfondita dei temi al centro della tua attività. Pulse ti permette di arrivare ad un gran numero di persone, raccogliendo molte interazioni in poco tempo. In questo caso, trattandosi di una piattaforma interna al social in questione, senza link che rimandano all’esterno (siti o blog di tua proprietà), ed essendo quindi contenuti nativi di Linkedin, il social stesso sceglie di diffonderli maggiormente.

Gli articoli che ottengono migliori risultati sono quelli che contengono titoli esplicativi, testi non troppo lunghi e immagini ad alta risoluzione.

linkedin-pulse

4. Sii costante

Mantieni sempre costanza nelle pubblicazioni. È indispensabile per la tua strategia di social media marketing. I contenuti pubblicati dovrebbero in teoria essere almeno 1 al giorno, al massimo puoi alternare, un giorno sì e uno no. Preferisci sempre un taglio professionale, sia se pubblichi video, report, che immagini e articoli.

5. Consulta LinkedIn Analytics

Monitorare i dati degli insight è fondamentale. Sono tre i parametri che devi analizzare e tenere sotto controllo: impression (quante persone hanno visto il tuo contenuto), engagement (le interazioni con il post) e i click. Il tuo obiettivi devono essere: accrescere l’engagement (costruendo un sentimento di fiducia negli utenti) e aumentare i click al sito web.

Avete altri consigli? Scriveteli qui sotto!